Verde indoor nel basket

Amate l’ “effetto giungla” indoor?
Per ricrearlo fra le mura domestiche Vi proponiamo due soluzioni:

  • Circondatevi di piante tropicali dalla crescita indomabile e dalle foglie enormi – consigliate solo se vivete in ampi spazi
  • Utilizzare varietà esotiche, ma capaci di creare cascate di foglie che evochino quelle delle foreste amazzoniche

La seconda soluzione è indubbiamente più pratica in quanto può essere perfetta anche per un monolocale in quanto è sufficiente possedere una mensola o uno scaffale dove appoggiare il vaso o la ciotola, oppure agganciare al soffitto un basket o ancora attaccare alla parete una staffa per sorreggere il cestino.


Aeschynanthus

La pianta rossetto
È nota come “pianta rossetto”perché i piccoli fiori rossi tubulari ricordano proprio un tubetto di rossetto.
Aeschynanthus e la traduzione italiana, eschinanto,le varietà più comuni sono: ‘Twister’ ‘Mona Lisa’ e ‘Rasta’, differenti per il fogliame.
Tutti gli Aeschynanthus possiedono belle foglie ovato-lanceolate, verde smeraldo, cuoiose, alterne sui lunghi rami (fino a 80 cm) ricadenti.
Le varietà possono sfoggiare foglie carnose o addirittura spiralate come le trecce rasta.
Aeschynanthus nel periodo estivo produce una ricca fioritura di corolle rosse, arancioni o bordeaux che si prolunga fino all’inizio dell’autunno.
Amano una temperatura ambiente, molta luce ma non la luce solare diretta.
Annaffiatela con moderazione e regolarità appena il terriccio si sta asciugando (ma in inverno solo quando è già quasi asciutto).
Da Aprile a Settembre, concimatela con un prodotto liquido per piante da fiore ogni 10 giorni, se volete che rifiorisca.

Pothos

Quasi tutti pensano che “Pothos” sia il nome scientifico in realtà il suo nome in latino è Scindapsus aureus
Il Pothos è vivamente raccomandato per situazioni limite: stanze senza finestre, studi medici, uffici.
Si fa prima a elencare i suoi pochi punti deboli: il freddo (sotto 8 °C le foglie anneriscono) e il sole diretto (le foglie si bruciano).
Vive tantissimi anni su un tutore muschiato, o pendente anche per 4-5 m, tanto da poter essere attaccato con le graffe da quadri alle pareti domestiche.
La sua bellezza sono le foglie cuoriformi verdi e gialle o verdi e bianche in funzione della varietà.
Si annaffia su terriccio asciutto, si concima con un prodotto liquido per piante verdi fra marzo e settembre, si rinvasa ogni 2-3 anni con 2 cm di argilla espansa sul fondo e un buon terriccio per piante verdi.

Chlorophytum

Nastrino dalle lunghe foglie.
La chiamano nastrino in quanto le foglie assomigliano a lunghi nastri.
Pur essendo una pianta originaria del Sud Africa, a differenza di altre piante indoor, sopporta anche temperature molto basse 2-3 °C.
Il Chlorophytum è molto amato e conosciuto per l’elegante fogliame danzante a cascata, nastriforme, di color verde striato di bianco o crema.
Questa pianta Vi regalerà molta soddisfazione perché ogni anno fiorisce all’estremità dei suoi lunghi tralci volanti, sebbene i fiori siano bianchi e piccoli,
dai tralci della pianta nascono nuove piantine, che attecchiscono molto facilmente in acqua o in terra.
Attenzione: le foglie sono assai gradite al gatto di casa: sono commestibili, quindi nessun problema per il gatto ma non altrettanto per la pianta.
Il Chlorophytum è una pianta a prova di principiante: sta ovunque ci sia molta luce, non richiede molta acqua e desidera essere concimata con concime liquido per piante verdi una volta al mese da marzo a settembre.
Si rinvasa ogni 3 anni, in una vaso più capiente, posizionando 2 cm di argilla espansa sul fondo e usando buon terriccio per piante verdi.

Le Ricette di Natale

Questo Natale ci meritiamo un festeggiamento speciale.
Non solo a livello di ricette sfiziose ma anche di atmosfera.
Le nostre Ricette Floreali sono dei kit fai-da-te che includono tutto il materiale e soprattutto la ricetta per creare le Tue composizioni.
Seguendo le Ricette, utilizzando un po di Fantasia ed un pizzico di Simpatia creerai  l’ atmosfera Natalizia con le persone a te Care.

Le nostre ricette non hanno controindicazioni ed anzi sono perfette per:

  • Chi ama il fai-da-te.
  • Per dedicarsi ad un’attività che se condivisa con tutta la famiglia, creerà un momento di divertimento, condivisione e bellissimi ricordi che dureranno per sempre.
  • Per chi ama i regali fai-da-te, perfetti per dimostrare ai propri cari quanto tenete a loro.
  • Infine sono un modo fantastico per risparmiare denaro e ridurre l’impatto ambientale.

.

Piante di Natale come mantenerle belle dopo le Feste

La stella di Natale, il ciclamino o il vischio, sono piante ornamentali che vengono spesso acquistate per decorare le case durante le festività natalizie.
Con le giuste cure è possibile mantenerle belle anche dopo le feste.
Alcune varietà, se opportunamente seguite, possono addirittura rimanere belle e rigogliose per molti anni.


Stella di Natale

La Stella di Natale è una pianta originaria del centro America, molto particolare perchè quelli che vengono chiamati erroneamente “fiori”, in realtà sono delle foglie trasformate (brattee) colorate di rosso.
È necessario prestare attenzione alle bagnature, bisogna bagnarla solamente quando il terriccio è ben asciutto e posizionarla in un posto luminoso, lontano dalle correnti d’aria.
Temono il ristagno idrico e i colpi di freddo


Helleboro

L’elleboro è una pianta molto resistente che non teme particolari malattie, tuttavia bisogna fare attenzione alle annaffiature che vanno fatte direttamente nel sottovaso, per evitare marciumi alla base delle foglie e degli steli fiorali, se invece è coltivato in piena terra, annaffiare vicino alla base della pianta.
Durante l’inverno si può lasciare anche in pieno sole, invece durante i mesi più caldi dell’anno è meglio che sia schermato dai raggi solari più potenti, l’ideale sarebbe sotto ad un albero che in inverno si spoglia.
Ricordatevi di concimarlo regolarmente con concime liquido universale o per piante fiorite.


Ciclamino

Il cilamino ama le temperature fresche, non eccessivamente calde, quindi l’ideale sarebbe poterlo lasciare fuori, vicino a casa in un posto riparato, e lui potrà fiorire per tutto l’inverno.
Annaffiare nel sottovaso per evitare che si sviluppino malattie fungine tra le foglie o per evitare ingiallimenti.
Se si desidera coltivarlo in casa tenetelo distante dalle fonti di calore o se potete tenerlo in una stanza non riscaldata sarebbe meglio.
Ricordatevi di concimarlo regolarmente con concime liquido per piante fiorite.


Orchidee

Le varietà di Orchidee sono infinite, le più comuni sono le Phalenopsis e i Cymbidium, fondamentale posizionarle in un posto luminoso, senza il sole diretto, lontano da fonti di calore.
Nel periodo della fioritura è ancor più importante concimarle con un concime liquido per orchidee che troverete in garden.


Bulbi

I bulbi necessitano di pochissime cure, sono adatti anche ai più inesperti!
L’unica attenzione da prestare maggiormente è il momento dell’annaffiatura, da fare soltanto se il terriccio è ben asciutto, per evitare pericolosi marciumi del bulbo.
Se sono coltivati in un vaso capiente li potete lasciare lì senza problemi, invece se il vaso è piccolo, una volta che è finita la fioritura e quando le foglie si sono seccate, bisognerebbe prendere il bulbo e interrarlo in un vaso molto più capiente o meglio ancora direttamente in piena terra (tranne per l’amarillis che teme il gelo) così che poi l’anno successivo potranno fiorire nuovamente con i loro splendidi colori!


Anthurium

L’Anthurium è una piante che da grandi soddisfazioni, mantenere il terriccio fresco e concimare regolarmente solo le regole fondamentali per godere della fioritura di questa pianta.
Sistemare in un posto luminoso, ma senza la luce diretta.


Bonsai

I bonsai sono da distinguere in due grandi categorie, ci sono quelli da esterno che vanno coltivati in posizioni non troppo soleggiate (durante l’estate) e un po’ al riparo dalle correnti gelide invernali.
Poi esistono i bonsai da interno che come dice la parola necessitano di stare in un posto chiuso, per via della loro sensibilità alle basse temperature perché nella maggior parte dei casi sono piante di origine tropicale.
Posizionateli in posizioni molto luminose e lontano da fonti di calore.
Per entrambe le categorie annaffiare abbondantemente ma soltanto se il terriccio e ben asciutto e concimateli una volta al mese con concime liquido specifico.


Camellia Sasanqua

La camelia è una pianta acidofila, quindi necessita di un terriccio acido per una buona crescita.
Coltivarla in vaso o direttamente in giardino con il substrato adatto e fiorirà abbondantemente per tutto l’inverno, posizionala in un luogo in cui d’estate il sole non arriva durante le ore più calde della giornata per evitare brutte scottature fogliari.
Concimala regolarmente con concime liquido per acidofile oppure con del concime granulare a lenta cessione, se le foglie ingialliscono concimare con prodotti a base di ferro.


Agrifoglio

L’agrifoglio è una pianta molto rustica tollera bene il freddo e la neve.
Può essere posizionato al sole o in mezz’ombra in terreni profondi freschi ma ben drenati.
Può essere piantata in piena terra o essere coltivata in vaso, in quest’ultimo caso sono da preferire varietà a portamento più compatto.
Se piantumate in giardino, è bene bagnare con frequenza, soprattutto nel periodo estivo, almeno per tutto il primo anno d’impianto.
In vaso si consiglia di irrigare lasciando asciugare il terreno tra una bagnatura e l’altra.
Durante l’inverno, non dimenticatevi di bagnarla soprattutto se si tratta di una stagione fredda poco piovosa (o nevosa) e particolarmente secca.
Le concimazioni sono consigliate soprattutto per gli esemplari coltivati in vaso, vanno bene sia concimi liquidi da diluire in acqua che concimi granulari a lenta cessione da somministrare ogni 4-6 mesi


Piante di Natale Significato Simbolico

Le piante utilizzate durante le festività natalizie non sono solo belle, molte di queste hanno un significato simbolico che deriva addirittura dalle prime celebrazioni natalizie.
Scopriamole insieme:


Azalee

Il significato delle azalee può variare in base al colore dei fiori.
Ad esempio, le azalee bianche simboleggiano la purezza, l’innocenza e la grazia.
Le azalee rosa simboleggiano l’amore, la tenerezza e la femminilità.
Le azalee rosse simboleggiano la passione, la forza e la determinazione.
È un’ottima pianta da regalare, per la sua rigogliosa fioritura.


Stella di Natale

Nel linguaggio dei fiori, la stella di natale simboleggia l’amore, la gioia, la prosperità e la buona fortuna.
È spesso regalata come simbolo di buon augurio per il nuovo anno.
E’ una pianta bella e significativa che può aggiungere un tocco di magia al periodo natalizio.


Agrifoglio

L’agrifoglio è la pianta emblema del Natale, ma veniva già utilizzata dai popoli del passato come talismano per scacciare malefici e come portatrice di pace e fortuna.
Con l’avvento del cristianesimo le spine delle foglie sono state associate alla corona di Cristo e le bacche rosse al suo sangue.


Ciclamino

Il ciclamino è una bella pianta da regalare a chi vuoi bene, se si dona un ciclamino è come se si donasse un amuleto porta fortuna, un segno per dire che teniamo a questa persona e che le auguriamo fortuna in tutto ciò che farà.


Pilea Peperomioides

La Pilea peperomioides è anche chiamata “la pianta delle monete”, il suo nome è dovuto dalla forma delle sue foglie tonde che ricordano delle monete, come le lenticchie al cenone di capodanno, le Pilea porta soldi e fortuna!
Un regalo perfetto come auguri per un nuovo anno prosperoso.


Crassula Ovata (albero di giada)

La Crassula ovata, anche chiamata Albero di Giada, è una pianta grassa che, secondo la teoria del Feng-Shui, è in grado di trasmettere energie positive e portare guadagni a chi la regaliamo.
Per un nuovo anno ricco di fortuna, positività e denaro questa è la pianta giusta da avere e regalare!


Luckybamboo

Il Lucky bamboo, il Bamboo della fortunata, il nome può essere un po’ ingannevole, infatti non si stratta di un vero e proprio Bamboo, ma di una Dracena, la cosa per cui non inganna è la fortuna, infatti si dice che questa pianta, o meglio, questo stelo, porti buona sorte e benessere a chi viene regalato


Pachira

La Pachira, in Estremo Oriente, è nota come albero o pianta della fortuna e come pianta porta soldi.
Si racconta che le sue foglie possano attrarre il denaro, e che il tronco intrecciato lo raccolga per chi si prende cura di questo bellissimo e prezioso arbusto.


Ficus Ginseng

Proveninete dall’oriente il Ficus Ginseng si ritiene che porti prosperità, ricchezza e buona fortuna ai proprietari.
Le radici vengono associate alla longevità e all’armonia.
Si crede che posizionare un Ficus Ginseng in casa o in un ufficio aumenti la prosperità e la ricchezza finanziaria.
Viene spesso associato alla crescita spirituale, all’illuminazione e alla pace interiore.
La particolare struttura delle radici, caratterizzate da intrecci e radici vistose, è associata alle interconnessione degli esseri viventi e dell’importanza di coltivare le proprie radici per fiorire e prosperare.
Una pianta perfetta da reglare e, perchè no, da regalarsi


Piante di Natale da Regalare

Le piante sono un regalo perfetto per Natale.
Sono un simbolo di vita e prosperità e possono portare un tocco di bellezza e allegria alla casa.
Quando si sceglie una pianta da regalare, è importante tenere in considerazione il ricevente e il suo stile di vita.
Se il destinatario ha un pollice verde, una pianta da interno potrebbe essere un’ottima scelta.
Se il destinatario è sempre in movimento, una pianta da esterno potrebbe essere più adatta.
Ecco alcuni suggerimenti per scegliere la pianta natalizia perfetta da donare:

Con un po’ di pianificazione, puoi trovare la pianta natalizia perfetta per regalare a chi tieni veramente.


Orchidee

Cosa c’è di più classico dell’orchidea?
Le Phalaenopsis sono un ottimo regalo per Natale per una serie di motivi.
Sono belle ed eleganti, e possono aggiungere un tocco di raffinatezza a qualsiasi ambiente.
In secondo luogo, sono disponibili in diversi colori e varietà particolari che si trovano maggiormente nel periodo invernale tra novembre e febbraio, quindi è possibile trovare la pianta perfetta per qualsiasi gusto.
In terzo luogo, sono relativamente facili da coltivare, il che le rende una scelta pratica per chi non ha molta esperienza con le piante.


Stella di Natale

Piccola o grande, rossa, beige, screziata o addirittura rosa la stella di natale è la regina delle piante nel periodo natalizio! Perfetta da regalare, adatta a qualsiasi ambienti, dai più rustici a quelli più moderni.
Non può mancare in casa in questi periodi di feste, un must have!
Lo sapevate che è una pianta originaria del Messico?


Anthurium

Con le sue foglie a forma di cuore l’anthurium è la pianta perfetta da regalare a chi riserviamo un sentimento di amore, infatti, nell’antica Grecia di pensava che i fiori fossero le frecce di Cupido lasciate sulla terra.
Ama il terreno fresco, da concimare 2 volte al mese per godersi i suoi romantici fiori!


Ciclamini

Un ottimo porta fortuna da regalare a chi vuoi bene!
Una bella idea regalo per chi ama le piante e ama circondarsi di fiori in ogni stagione, adatto per chi possiede un terrazzo, un piccolo balcone o in un ingresso ben riparato.
Sotto Natale i più regalati sono quelli rossi, ma ne esistono di molti altri colori che si adattano bene in ogni contesto. Scopri quali sono le varietà che si adattano meglio anche per chi preferisce farlo fiorire in casa!


Natalina

Accendete il vostro inverno regalandovi una Natalina. Chiamata anche Cactus di Natale è una pianta originaria del Brasile dove fiorisce nel periodo più caldo dell’anno.
Ti sembrerà di fare un viaggio nei tropici, ma restando nel tuo soggiorno!


Helleboro

Regalare un Elleboro (o Rosa di Natale) è di buon auspicio, perchè nel linguaggio dei fiori simboleggia liberazione e cambiamento, un augurio di passare delle serene feste di Natale.
L’ideale per chi ama decorare l’esterno di casa e il giardino con piante che fioriscano anche durante la stagione più fredda.
Per un regalo più originale cerca le varietà da collezione con i fiori viola, rosa, screziati o con i fiori doppi!


Skimmia

Una bella pianta con molte bacche ottima da regalare per chi adora i colori caldi del Natale, perfetta per chi possiede un terrazzo o un giardino visto la sua ottima resistenza al gelo, pianta durevole che non deluderà le aspettative di chi l’ha ricevuta: le bacche dureranno sino all’arrivo dell’estate!


Camelia

Ottima pianta da regalare alle persone che stimi di più!
La camelia rossa simboleggia l’amore verso una persona e invece quella bianca simboleggia l’amore puro e sincero che può esserci tra una madre e un figlio.
Un ottimo regalo per chi vuole dimostrare il proprio affetto verso chi la riceve.


Bulbi

Una bella composizione di bulbi è sempre un bel regalo da ricevere, che siano bulbi singoli o composizioni di bulbi misti rappresentano un regalo che sarà in continua evoluzione durante il tempo: chi lo riceve potrà osservare tutte le fasi della crescita della pianta sino alla fioritura senza dovere fare nessun lavoro!
E poi se si tratta di giacinti sprigioneranno un ottimo profumo durante la fioritura!


Pinetti

Regalare un piccolo Albero di Natale è un buon auspicio per la nuova stagione che verrà, un bel regalo sempre gradito nella nostra tradizione cristiana durante il periodo natalizio.
Un piccolo albero addobbato anche per chi non ha lo spazio per averne uno grande.


Bonsai

Bonsai da interno o da esterno?
È il dilemma più frequente per chi vuole regalarne uno!
È una delle piante più gettonate quando si vuole regalare un piccolo alberello a chi ama le piante ma che non ha lo spazio necessario per averne una grande.
Ottimo anche per chi vuole iniziare a conoscere il mondo delle piante e vuole divertirsi a potare e accudire una mini pianta!


Alocasia

Per Natale non solo piante fiorite, l’Alocasia è una pianta verde perfetta da regalare, le sue grandi foglie, che ricordano le orecchie di elefante, abbinate a un vaso di design, sono gli elementi perfetti per arredare un ambiente moderno.


Piante di Natale per decorare balcone giardino

Decorare il balcone e il giardino con piante è un modo fantastico per aggiungere colore, vitalità e uno stile Natalizio personale al tuo spazio esterno.

Ecco alcuni suggerimenti per scegliere le piante perfette per decorare il balcone o il giardino nel periodo delle Festività:

  • Considera le dimensioni del tuo balcone o giardino. Alcune piante, come l’abete, possono essere molto grandi e possono occupare molto spazio.
  • Considera l’esposizione al sole del tuo balcone, davanzale o giardino. Alcune piante, come il cavolo ornamentale, hanno bisogno di molta luce solare.
  • Con un po’ di pianificazione troverai le piante perfette per creare un’atmosfera magica e accogliente.

Skimmia

La skimmia è una pianta sempreverde che produce fiori e bacche colorati, rendendola una scelta popolare per decorare il balcone o il giardino.
È una pianta resistente e adatta a una varietà di condizioni, rendendola una buona scelta per i principianti.
Ha un bel fogliame verde brillante, ha un portamento compatto, mai disordinato, predilige un terriccio acido per poter mantenere il bel colore verde delle foglie.
In inverno si può mettere sia al sole che all’ombra, mentre nei mesi più caldi deve stare in posizioni ombreggiate.

Vuoi saperne di più

Helleboro

Detto anche “Rosa di Natale”, come suggerisce il nome è il fiore da esterno per eccellenza del Natale.
Quando si nota il suo fiore è impossibile resistergli: non si può che immaginare subito dove si potrebbe sistemare a casa nel proprio giardino o nel balcone!
Oltre che essere bello è anche molto resistente, infatti fiorisce nel periodo più freddo dell’anno sia in vaso che in aiuola, anche quando c’è la neve.
Esistono molte varietà dai colori, forme di fiore e taglia di pianta molto differenti: dal classico bianco a viola/nero, passando tra le varie tonalità di bianco creama, rosa, screziato e con il fiore semplice, semidoppio e stra doppio.


Gaultheria

La Gaultheria, conosciuta anche come Pernettya, è un piccolo arbusto sempreverde molto versatile che può essere utilizzata in una varietà di modi.
Può essere piantata in un’aiuola o in un vaso.
Può essere utilizzata come pianta singola o in gruppo.
È anche una buona scelta per le bordure o le siepi.
È una pianta molto usata nel per periodo invernale per via della sua ottima resistenza al gelo, inoltre in questa stagione da il meglio di sé per via dell’abbondante produzione di bacche rosse che rimarranno sulla pianta sino all’arrivo dei primi caldi.


Agrifoglio

L’agrifoglio, in latino “Ilex”, è il simbolo del natale per eccellenza. Albero o arbusto sempreverde, elegante e di grande bellezza.
Le foglie possono essere, a seconda delle varietà, verde brillante, verde variegate di bianco o giallo e screziate.
Il margine della foglia è tipicamente dentato e spinoso, ma esistono varietà con foglia intera e priva di punte.
Numerosi individui presentano eterofillia ossia la particolarità di avere foglie a margine ondulato o intero nella parte alta della pianta e foglie spinose nella parte inferiore.
Durante la stagione fredda si ricopre di bellissime bacche rosse molto decorative.
La forma della chioma è tipicamente piramidale.
Essendo una pianta molto versatile può essere usata come pianta singola o abbinata ad altre piante, anche per la formazioni di siepi o bordure.
Si adatta bene anche alla coltivazione in vasi di dimensioni adeguate.


Conifere

Le conifere sono una scelta popolare per le decorazioni natalizie per una serie di motivi.
Innanzitutto, sono sempreverdi, il che significa che manterranno il loro aspetto verdeggiante durante tutto l’inverno.
In secondo luogo, sono disponibili in una varietà di forme e dimensioni, quindi è possibile trovare la conifera perfetta per qualsiasi spazio.
In terzo luogo, sono relativamente facili da coltivare e mantenere.
Tra queste troviamo il tradizionale Abete di Natale (Abies Alba o Picea Abies) da arricchire con palline, luci e decori natalizi.


Ciclamino

Il ciclamino è ottimo per le finestre e gli angoli esterni di casa.
È una pianta che ama le basse temperature ma teme il gelo quindi è meglio coltivarlo in zone al riparo dalle correnti fredde notturne, posizionatelo sulle finestre o vicino ai muri di casa e lui fiorirà in modo ininterrotto sino all’arrivo della primavera.
Ne esistono di tantissime varietà, colori, forme e misure diverse: dal bianco al viola, rosa, rosso, screziato, varietà con il petalo frastagliato, arricciato, liscio e varietà mignon medie e giganti… Insomma ce n’è per tutti i gusti!


Camellia Sasanqua

La “signora dell’inverno” per eccellenza, la camellia Sasanqua è l’ideale per chi desidera un arbusto sempreverde che fiorisca durante tutto il periodo freddo! Esistono veramente tante varietà con colori e forme di fiori diversi, che vanno dal rosa-fuxia, rosso al bianco, passando per moltissime sfumature diverse!
Vieni a scoprire la nostra collezione!
Posizionala sul terrazzo o direttamente in giardino utilizzando del terriccio acido.


Bulbi

Giacinti, narcisi e amarillis sono i bulbi più utilizzati nel periodio invernale,i loro fiori ci annunciano che alla fine dell’inverno qualcosa di bello arriverà…
I primi due possono essere utilizzati per realizzare bellissime composizioni natalizie adatte alle basse temperature, mentre l’amarillis meglio impiegarlo per composizioni da tenere al riparo dai rigori invernali. Utilizzali con cassette di legno o cesti abbinati con pigne, palline, cannella, arance secche e muschio, otterrai delle composizioni d’effetto che saranno perfette da regalare o per decorare l’esterno della casa.


Piante di Natale per decorare casa

Ecco alcuni consigli per decorare la casa con le piante a Natale:

  • Scegliere piante adatte alla stagione. Alcune piante, come l’abete e il pino, sono piante da esterno che possono essere tenute in casa solo per un periodo di tempo limitato. È importante scegliere piante che possano sopravvivere alle condizioni di luce e temperatura della casa.
  • Prendersi cura delle piante. Anche le piante natalizie hanno bisogno di cure. È importante annaffiarle regolarmente e fornire loro la giusta quantità di luce.
  • Sperimentare. Non esiste una regola che dica come decorare la casa a Natale. Si può sperimentare con diverse piante e combinazioni per creare un’atmosfera natalizia unica.

Con una base di agrifoglio e delle stelle di Natale Puoi creare un centrotavola natalizio.
 Potresti Addobbare l’ albero di Natale appendendo piccole stelle di Natale o l’ agrifoglio.
 Per decorare le finestre, crea ghirlande o festoni con rametti di abete o agrifoglio.

Con un po’ di creatività, puoi creare un’atmosfera unica , personale e accogliente.


L’Ardisia

Chi lo ha detto che le piante con le bacche vanno bene solo per gli ambienti esterni?
l’Ardisia è la pianta perfetta per decorare la vostra casa con delle simpatiche bacche che possono durare addirittura cinque o sei mesi!
E’ la pianta perfetta per dare un tocco natalizio alla vostra casa insieme a un porta vaso colorato.


Stella di Natale

È la pianta, che, per eccellenza, simboleggia il Natale, non sarebbe Natale senza una Stella di Natale in casa!
Con le sue foglie colorate è capace di creare immediatamente un’atmosfera natalizia.
Ora non resta che scegliere il colore della tua stella di natale: rosso classico e intramontabile, beige elegante e luminoso, moderno rosa e per i più indecisi… una ciotola con tutti questi colori!

Azalee Fiorite

L’azalea si può trovare solamente nei giardini?
La risposta è no, nel periodo invernale possiamo coltivare delle varietà particolari anche in casa!
E’ una pianta da fiore ideale per decorare gli ambienti interni durante il periodo natalizio.
I suoi colori vivaci e la sua fioritura abbondante possono contribuire a creare un’atmosfera festosa e accogliente.


Ciclamino

Un classico dell’inverno, il cilclamino è una pianta che fiorisce per tutto il periodo freddo, ci sono varietà adatte agli interni di casa.
Consigliamo di tenerlo in posizioni luminose e lontano dalle fonti di calore, meglio se in una stanza non riscaldata, annaffialo mettendo l’acqua nel sottovaso, per evitare possibili marciumi tra le foglie e concimalo con del concime liquido per fiori ogni 10 giorni.
Utilizzalo per abbellire un angolo del soggiorno, sul tavolo della sala da pranzo o sul davanzale della finestra e scopri quante misure, colori e varietà diverse (anche da collezione) esistono!
Bellissimo se utilizzato all’interno di portavasi di design dalle forme uniche, dai un tocco di eleganza alla tua casa durante le feste con i ciclamini!


Dracena

La dracena è una pianta da interno versatile che può essere utilizzata per decorare gli interni durante le feste.
Le sue foglie lunghe e lanceolate con colori che tendono dal verde al giallo possono aggiungere un tocco di colore e di eleganza a qualsiasi zona della tua casa.
Abbiamo disponibili molte varietà e dimensioni differenti proprio per essere adattate ad ogni tipo di spazio


Cactus di Natale (Natalina)

Il nome “cactus di Natale” dice molto di questa pianta, infatti si tratta di una pianta semigrassa.
Le diverse sfumature della Natalina si adattano ad ogni casa soprattutto durante le feste Natalizie, dal bianco al fuxia, fino ad arrivare ai colori più particolari delle ultime selezioni genetiche come il rosa salmone, elegantissimo!


Le potature autunnali e invernali

Ci siamo: da inizio novembre a fine febbraio si apre ufficialmente la grande stagione delle potature!

  • Si inizia con le piante legnose (alberi e arbusti) caducifoglie che, una volta spogliatesi, sono in completo riposo.
  • Tra fine dicembre e tutto gennaio è il periodo dei sempreverdi.
  • Da Febbraio si iniziano le potature delle erbacee perenni (Graminacee incluse) e degli arbusti come le Ortensie che vanno potati più tardi.

L’ attività di Potatura …

La potatura è un’operazione molto rilassante e “scacciapensieri”, rigenerante psicologicamente.
Tuttavia si può trasformare in una tortura se non avete gli attrezzi giusti:
per le piante perché vengono sfilacciate orribilmente con gravi danni sanitari,
per voi che rischiate di farvi male se non usate l’ attrezzo giusto


Attrezzi da potatura di qualità

Il primo comandamento recita:
Al momento dell’acquisto scegliete attrezzi da giardinaggio di alta qualità”.
Qualcuno di voi potrà rispondere: “Ma costano tanto, ed è vero ma vi possiamo garantire che valgono tutti i soldi spesi.

A ogni ramo il suo attrezzo da potatura

Il secondo comandamento dice:
 “Avvaletevi sempre di strumenti di taglioadeguati allo spessore del ramo da potare”.

  •  le semplici forbici per potare o cesoie da giardino vanno bene per fusti fino a 3-4 mm
  •  Per i rami da 0,4 a 1 cm di diametro (es. i rosai) si utilizza il classico potatoio se sono semilegnosi, ma se la lignina abbonda bisogna utilizzare uno strumento superiore.
  • Tra 1 e 3-4 cm di diametro servono un troncarami, nei migliori modelli efficace anche con pochi muscoli, o un segaccio, che arriva a tagliare fino a 10 cm e oltre ma richiede una buona forza o tanta pazienza
  • Dai 10 cm in su (per la potatura dei rami legnosi di alberi) l’attrezzo migliore è la motosega: valutate però se non sia il caso di rivolgersi a un’azienda specializzata, perché è probabile che il taglio vada eseguito in altezza.
  • In alternativa, per rami fino a 4 cm, potete utilizzare un troncarami telescopico (capace in genere di allungarsi fino a 1,5 m), e per tagli di 1 cm di uno svettatoio, una specie di potatoio con prolunga. Non è immediato imparare a manovrarli, ma consentono di potare rametti (per es. dei rampicanti) fino a 3 m circa di altezza senza utilizzare la scala, e quindi riducendo la complessità dell’operazione e il rischio di farsi male.
  • Infine i rametti delle normali piante da siepe si recidono agevolmente con le cesoie da siepe (dette anche “forbicioni”), disponibili anche con prolunga di 80 cm circa, o con la meno faticosa tosasiepi a batteria.

Senza fatica con imodelli a batteria

Infine il terzo comandamento afferma:

Perché fare più fatica quando ne posso fare di meno?”.
 Quando infatti le piante legnose da potare sono tante, com’è il caso di un roseto o di un frutteto, vale la pena di scegliere attrezzi a batteria diminuendo notevolmente la fatica e il tempo dedicato alla potatura

.

La potatura estiva delle piante da fiore

Se in aprile avevate realizzato una strepitosa balconata o una spettacolare aiuola utilizzando le piante da fiore annuali o perenni e adesso, sotto il caldo torrido e il sole a picco, le fioriture si sono trasformate in un pallido ricordo (ovvero vi ritrovate con piante allungate, dai rami spelacchiati, restie a produrre nuovi boccioli e quindi prive di colore che non sia il verde pallido e il giallo bruciacchiato) è arrivato il momento di una potatura di remise-en-forme, per godere di nuove e abbondanti fioriture.

Quali piante vanno potate…

Surfinie e petunie, gerani edera (più raramente gli zonali) e bocche di leone sono le piante che, nell’arco del mese di luglio, necessitano di una potatura drastica perché ormai fioriscono svogliatamente.
I primi tre vanno tagliati dimezzando la lunghezza dei rami penduli, mentre alla quarta bisogna recidere lo stelo che portava i fiori fino al secondo paio di rametti laterali (stimolando così la produzione di nuovi fiori).
Dopo la potatura, bisogna concimare bene e con regolarità (scegliete un prodotto liquido idrosolubile come asso di fiori della Cifo) e annaffiare di conseguenza: entro 3 settimane saranno pronti in abbondanza i nuovi fiori.

Eventualmente ci sono anche lantane, plumbago, Solanum da fiore, dipladenia e mandevilla,  gerani parigini, che potrebbero aver esaurito la prima fioritura sotto i raggi cocenti, andando in una sorta di “dormienza vigile”.
In questo caso i rami o i tralci vanno ridotti di un terzo, sempre con una forbice da potatura ben affilata e pulita. In seguito, anche per loro acqua e concime regolari.


Quali piante vanno “spulciate”

Tutte le margherite, Argyranthemum, dalla Bidens all’Echinacea, dall’Osteospermum alla Gazania, dalla Zinnia alla Gaillardia, dalla Coreopsisinterrompono la fioritura per formare i semi.
 I semi si formano se si lasciano i capolini dopo che sono sfioriti.
 Dunque, armatevi di cesoie e  tagliate sistematicamente tutte le infiorescenze appena appassite recidendo il gambo il più in basso possibile, anche alla base tra le foglie.
Il discorso vale anche per le scabiose, le centauree, i garofanini o Dianthus, i tageti, le dalie, petunie e surfinie, gerani o pelargoni, nasturzio o tropeolo, tutte le salvie dalla splendens alla greigi e alla farinosa, la verbena ibrida multicolore, le celosie, l’ibisco esotico, la cosmea o cosmos, le begonie ecc.


I fiori appassiti sono sgradevoli a vedersi

Non è sufficiente sfilare, dove possibile (es. surfinie e petunie) la corolla appassita: così facendo, infatti, rimane il calice che si ingrossa a produrre il frutto con i semi. Bisogna proprio recidere sotto il calice il gambo che porta il fiore sfiorito, e bisogna farlo con una cesoia ben affilata (ideali le forbici cogliuva) per non sfilacciare lo stelo.

Infine, ci sono quelle che vanno sistematicamente private dell’ infiorescenza perché segnerebbe la fine della loro vita da piante annuali: è il caso del Coleus o Solenostemon dalle foglie millecolori e del basilico da cucina in tutte le sue varietà e specie. Se vedete che dall’ apice “montano a fiore”, tagliate semplicemente l’apice; tenetevi pronti a fare altrettanto su tutti i rametti laterali, in successione, perché la pianta ha lo scopo di fiorire e lo persegue con tutte le sue forze.

Quali piante non hanno bisogno di interventi …

Non necessitano di interventi i mesembriantemi o amanti del sole (Delosperma, le portulacche, la sanvitalia e le calibracoe), sono piante che continuano a fiorire ininterrottamente sino a fine estate senza concentrare troppe energie sulla produzione dei minuscoli semi.


Dalia


Principali Caratteristiche

Periodicità Annuale – Perenne
Esposizione Sole, mezz’ombra
Irrigazione Normale
Terreno Terreno ben drenato e concimato
Fioritura Da Giugno a Ottobre
Principali caratteristiche della pianta

Dalia

Queste piante sono provviste di uno dei più ampi ventagli di forme, colori e dimensioni. Si possono per esempio trovare i fiori a pompon, quelli appiattiti singoli, quelli a semplice forma di margherita, di anemone oppure molto doppi e pieni.

Il terriccio giusto per la tua pianta

Terreno

Si adattano a qualsiasi tipo di terreno, ma temono i ristagni idrici, quindi è bene utilizzare un terriccio ben drenato.

La luce ottimale per le piante

Esposizione

La dalia ama il caldo e il sole e quindi sopporta bene le temperature che salgono anche oltre i 30°, odia il freddo.
Le piante di dalia devono essere esposte al sole nella zona del giardino o terrazzo più calda e in piena luce preferibilmente se soffia un lieve venticello.

La temperatura perfetta per la tua pianta

Rusticita’

Le dalie non temono il caldo ma non sopportano il freddo, quindi se piantumate in vaso nella stagione più fredda si consiglia di spostarle in un luogo riparato

Irrigare le piante in modo corretto

Annaffiatura

In estate queste piante richiedono parecchia acqua e devono essere sufficientemente innaffiate.
Le piante piantumate in vaso dovrebbero essere innaffiare versando l’acqua nei sottovasi, senza mai eccedere ma piuttosto innaffiando più di frequente, poiché le dalie non tollerano l’acqua stagnante.

quando come e quanto concimare

Concimazione

Aggiungere concime nel terreno, direttamente in fase di piantagione.
Consigliamo un concime universale o per piante perenni. Un concime a lenta cessione fornisce, con un’unica somministrazione, l’approvvigionamento ottimale di sostanze nutritive per l’intera stagione.

come difendere e curare le tue piante

Malattie e Parassiti

Le malattie più comuni della dalia sono quelle fungine “Il mal bianco della dalia” ed i marciumi radicali. Si consiglia quindi di piantumarle ad una certa distanza l’ una dall’ altra

Consigli per mantenere in forma la tua pianta

Consigli

Se coltivate la dalia in vaso, il consiglio è quello di aggiungere della sabbia, che favorirà un migliore drenaggio della pianta.
Recidete sempre i capolini appassiti alla base dello stelo che li porta in modo da favorire l’apertura dei bocci rimanenti.


Nel “Garden Roagna Vivai Cuneo ” oltre alle Dalie – Dahlia troverete in vendita una vasta selezione di piante d’ appartamento, balcone, terrazzo e giardino.
Fatevi consigliare dal nostro team , seguendovi durante l’ acquisto Vi suggeriranno le soluzioni più adatte per creare il vostro angolo verde o fiorito