Articoli

Sedum

 Principali Caratteristiche
Periodicità Perenne
esposizione Pieno Sole
Irrigazione Moderate
Terreno Leggero e ben drenato
Fioritura Primavera – Estate

Principali caratteristiche della pianta

Sedum

I Sedum sono piante grasse, o meglio, piante succulente, davvero facili da coltivare.
Le piante succulente del genere Sedum sono adatte a vivere in condizioni di aridità e sopportano bene anche il gelo. Sono perfette per giardini a bassa manutenzione oppure coltivate in vaso

Il terriccio giusto per la tua pianta

Terreno

Amano un terreno povero, sabbioso e molto ben drenato
I Sedum comunque si adattano a qualsiasi tipologia di terreno e non presentano particolari esigenze colturali.

La luce ottimale per le piante

Esposizione

Tutti i sedum amano posizioni soleggiate e calde meglio se si tratta del sole diretto, in tutte le stagioni dell’anno.

La temperatura perfetta per la tua pianta

Rusticita’

Sono piante rustiche e di poche pretese. Sopravvivono sia al caldo e agli ambienti aridi che al freddo.

Irrigare le piante in modo corretto

Annaffiatura

Annaffiate le piante di Sedum soltanto quando la superficie del terreno è asciutta facendo attenzione a non creare ristagni d’ acqua
Se ricevono molta acqua le foglie si sviluppano maggiormente ma sono anche piu’ soggette a parassiti e malattie.

quando come e quanto concimare

Concimazione

Non hanno molte pretese di concimazione

come difendere e curare le tue piante

Malattie e Parassiti

Non necessitano di cure e attenzioni particolari in quanto non vengono solitamente attaccate da parassiti o malattie.
Solamente in particolari circostanze possono subire l’ attacco degli afidi

Consigli per mantenere in forma la tua pianta

Consigli

I sedum crescono bene anche in vaso, in questo caso consigliamo il rinvaso ogni 2 anni, le operazioni di rinvaso dovrebbe essere effettuate alla fine dell’ inverno.
Non necessitano di potatura, gli unici interventi richiesti sono quelli di pulizia dagli steli appassiti.

Sanseveria – Sansieveria

 Principali Caratteristiche
Periodicità Perenne
esposizione Ambienti molto luminosi ma non alla luce diretta
Irrigazione Normale
Terreno Leggero e ben drenato
Fioritura Assente

Principali caratteristiche della pianta

Sanseveria

La Sansieveria ha lunghe foglie carnose ,verde scuro, screziate di verde chiaro argento.
E’ una pianta molto resistente, apprezzata da tutti coloro che ritengono di non avere il pollice verde
La sanseveria e’ una delle piante da appartamento aventi la caratteristica di purificare l’aria dalle sostanze inquinanti sia esterne che interne

Il terriccio giusto per la tua pianta

Terreno

La Sanseveria Ama un terriccio molto leggero e ben drenato quindi consigliamo di aggiungere della sabbia e uno strato di argilla sul fondo del vaso

La luce ottimale per le piante

Esposizione

Queste piante necessitano di posizioni luminose, ma non tollerano la luce diretta del sole
Tollerano un esposizione all’ ombra ma in questo caso avranno una crescita più lenta e potrebbero scomparire le striature sulle foglie

La temperatura perfetta per la tua pianta

Rusticita’

Ama molto il caldo mentre teme il freddo e il gelo.
Durante il periodo estivo può essere posizionata all’ esterno evitando comunque di esporla alle correnti d’aria

Irrigare le piante in modo corretto

Annaffiatura

Deve essere annaffiata solamente quando il terriccio è asciutto. Nel periodo invernale può essere sufficiente una volta al mese, in estate potrebbe essere necessario irrigare la pianta una volta a settimana.
Durante le irrigazioni fare attenzione a non bagnare il colletto della pianta in quanto l’ acqua potrebbe ristagnare e quindi diventare causa di malattie

quando come e quanto concimare

Concimazione

Per stimolare la crescita consigliamo di concimare le piante una volata al mese con concime liquido per piante verdi o per cactacee

come difendere e curare le tue piante

Malattie e Parassiti

Le Sanseveria Sono piante molto resistenti e quindi e’ difficile che si ammalino
Un eccesso d’acqua potrebbe causare il marciume radicale, un primo segnale di questo è la comparsa delle foglie molli.

Consigli per mantenere in forma la tua pianta

Consigli

Consigliamo di eliminare le parti delle foglie secche ed ammalate per evitare la diffusione dei funghi.
Ogni due anni, in primavera, si consiglia di rinvasare la pianta in un vaso più grande

Negli ultimi anni le Graminacee sono diventate Erbe ornamentali dei vari giardini

Graminacee

 Principali Caratteristiche
Periodicità Perenne
esposizione Quasi tutte Pieno Sole
Irrigazione  
Terreno Generalmente povero
Fioritura  

Principali caratteristiche della pianta

Graminacee

Esistono graminacee adatte a qualsivoglia clima, sono piante molto rustiche, ed esistono specie che sopravvivono alla siccità, come specie che necessitano di acqua abbondante e preferiscono terreni quasi paludosi.
Inoltre molte graminacee sono ben adattate al clima europeo, quindi possono risultare resistenti al gelo, al caldo secco, alla neve, insomma a qualsiasi intemperia possibile

Il terriccio giusto per la tua pianta

Terreno

Il terreno può essere povero, purché privo di ristagni.
Solamente le graminacee utilizzate come piante di bordura dei laghetti accettano la terra umida.

La luce ottimale per le piante

Esposizione

Salvo alcune eccezioni, preferiscono il pieno sole.

La temperatura perfetta per la tua pianta

Rusticita’

Sono piante molto rustiche

Irrigare le piante in modo corretto

Annaffiatura

Generalmente l’ irrigazione e’ fondamentale solamente per il primo anno successivamente sopportano periodi di sicita e alcune si adattano anche a condizioni estreme

quando come e quanto concimare

Concimazione

Generalmente e’ sufficiente una concimazione organica in primavera se il terreno è molto impoverito

come difendere e curare le tue piante

Malattie e Parassiti

Le graminacee generalmente sono piante molto resistenti e non attaccate da malattie e o parassiti

Consigli per mantenere in forma la tua pianta

Consigli

Le graminacee da stagione fredda, come ad esempio: Calamagrostis x acutiflora, Festuca sp., Helictotrichon sempervirens, Milium effusum, Stipa gigantea crescono meglio al di sotto dei 25 °C e poi rallentano la crescita quando la temperatura si alza. La maggior parte tende ad iniziare lo sviluppo vegetativo molto presto e fiorisce in primavera o all’inizio dell’estate.
Le graminacee da stagione calda, come ad esempio: Cortaderia selloana, Miscanthus sp., Molinia sp., Panicum virgatum, Pennisetum cominciano a vegetare sopra i 25°C. Il completo sviluppo del fogliame avviene a stagione inoltrata e le fioriture iniziano alla fine dell’estate. È sconsigliabile piantarle in autunno in quanto, da giovani, non tollerano bene l’eccessiva umidità e il freddo invernale.