Tanti consigli per la cura delle tue piante da esterno

Anemone Japonica

 Principali Caratteristiche
Periodicità Perenne
esposizione Sole – mezz ombra
Irrigazione Normale
Terreno Soffice e fertile
Fioritura Autunno
   

Principali caratteristiche della pianta

Anemone Japonica

L’ anemone japonica o hybrida non è una specie vera e propria ma è chiamata così perché è un incrocio di più speci di anemoni provenienti dalla Cina quali:
Anemone hupehensis, Anomone vitifolium e Anemone tomentosa.
Questo incrocio ha creato una pianta erbacea di facile coltivazione, perenne, con grandi stoloni, la vegetazione inizia a svilupparsi a fine estate e tra settembre e ottobre fiorisce.

Il terriccio giusto per la tua pianta

Terreno

L’ anemone Japonica si adatta a qualsiasi tipo di terreno ma predilige un terreno soffice, che permetta alle radici che crescono molto di affondarsi bene, fertile, umido, ricco di humus e ben drenato.

La luce ottimale per le piante

Esposizione

L’ Anemone japonica ama le zone soleggiate o a mezz’ ombra, vive bene a temperature elevate, anche se alle volte potrebbero verificarsi delle bruciature sulle foglie per il sole

La temperatura perfetta per la tua pianta

Rusticita’

L’ Anemone japonioca predilige il freddo ed in zone con inverni non troppo rigidi possiamo vederla in stato vegetativo anche da settembre e giugno.
Dove invece ci sono degli inverni con temperature molto basse la pianta va in riposo vegetativo fino a tarda primavera.
Se viviamo in zone con clima invernale decisamente molto rigido possiamo riparare dal freddo gli anemoni coprendo il terreno alla base dei fusti con paglia o cortecce di pino, evitando così che le basse temperature possano rovinare gli stoloni.

Irrigare le piante in modo corretto

Annaffiatura

Non necessita di grandi quantità d’acqua sopporta bene anche brevi periodi di siccità, si accontenta delle piogge ma in periodi particolarmente secchi è bene bagnarla di tanto in tanto.
Nel periodo invernale invece non è necessario bagnarla

quando come e quanto concimare

Concimazione

In primavera quando la natura si risveglia usare del concime granulare a lenta cessione per piante fiorite

come difendere e curare le tue piante

Malattie e Parassiti

Le piante di anemoni non vengono solitamente attaccate da particolari parassiti o malattie, l’unica cosa a cui bisogna fare attenzione è di non far ristagnare l’acqua sui bulbi perché in quel caso sono più vulnerabili all’ attacco di parassiti

Consigli per mantenere in forma la tua pianta

Curiosità dal Mondo

Il nome Anemone deriva dal greco Anemos che significa vento, questo nome si riferisce alla brevissima durata del fiore ed alla fragilità che lo caratterizza.
Il significato di questo fiore è quello della malattia e dell’abbandono ma anche della speranza e dell’attesa.
La tradizione cristiana narra che anemoni color rosso scarlatto nacquero dalle gocce di sangue cadute ai piedi della croce di Gesù.

Nuova Guinea – Impatiens – Sunpatiens

 Principali Caratteristiche
Periodicità Annuale
esposizione Dipende dalla varietà
Irrigazione Regolare
Terreno Umido ma ben drenato
Fioritura Maggio – Ottobre

Principali caratteristiche della pianta

Nuova Guinea

Queste piante sono originarie della Nuova Guinea, come ricorda il nome, possono essere chiamate anche fiori di vetro. È una pianta molto vigorosa che fiorisce da maggio a ottobre (fino ai primi freddi) e la possiamo trovare di tantissimi colori e screziature che vanno dal rosso, rosa, fuxia, bianco e lilla.
Esiste la Nuova Guinea Sunpatiens e la Nuova Guinea Impatiens e differiscono solamente per l’esposizione alla luce del sole, inoltre le Impatiens presentano una foglia più liscia e lucida.

Il terriccio giusto per la tua pianta

Terreno

Le Nuova Guinea preferiscono un terreno soffice e leggero, che lasci drenare l’acqua.
Si possono mettere in giardino in aprile/maggio, quando ogni rischio di gelata è passato, mescolando al terreno del giardino del terriccio bilanciato, ricco di nutrienti.

La luce ottimale per le piante

Esposizione

La Nuova Guinea Impatiens predilige l’ombra luminosa e sopporta bene il sole del primo mattino o della sera.
La Nuova Guinea Sunpatiens offre prestazioni ottimali in pieno sole.
Quindi bisogna prestare attenzione sulla scelta per non sbagliare il loro ambiente ideale e per garantire fioriture strepitose.

La temperatura perfetta per la tua pianta

Rusticita’

La Nuova Guinea è una pianta che non ama le basse temperature (max 10°) ma predilige le calde temperature estive

Irrigare le piante in modo corretto

Annaffiatura

Evitare di lasciare il terreno asciutto per periodi prolungati di tempo perchè temono la siccità, ma bisogna evitare di creare ristagni idrici quindi annaffiare abbondantemente solo quando la terra è leggermente asciutta.

quando come e quanto concimare

Concimazione

Per una fioritura abbondante e costante delle Nuova Guinea si consiglia di aggiungere ogni 7-10 giorni una piccola dose di concime per piante da fiore all’acqua delle annaffiature, oppure è possibile mescolare al terreno del concime granulare a lenta cessione.

come difendere e curare le tue piante

Malattie e Parassiti

La Nuova Guinea viene attaccata da pochi parassiti, tuttavia, specialmente se sono piantate in aiuola, dobbiamo fare attenzione agli attacchi di lumache perchè sono molto ghiotte delle loro foglie.
Il Ragnetto rosso può attaccare le foglie, determinandone l’appassimento. Si previene evitando di tenere la pianta in luoghi troppo asciutti

Consigli per mantenere in forma la tua pianta

Consigli

Se dovete realizzare una bordura o un aiuola la Nuova Guinea è la pianta perfetta in quanto non richiede particolari cure, in quanto è una pianta auto-pulente cioè i fiori appassiti cadono da soli senza il nostro intervento, inoltre produce delle bellissime fioriture ad effetto.

Dipladenia

 Principali Caratteristiche
Periodicità Perenne
esposizione Pieno sole – mezz’ ombra
Irrigazione Normale
Terreno Normale, ricco e ben drenato
Fioritura Maggio – Ottobre

Principali caratteristiche della pianta

Dipladenia

La Dipladenia o Mandevilla Splendens è una pianta sempreverde proveniente dal Sudamerica.
Si coltiva in vasi appesi oppure come rampicante aiutata da tutori. In primavera produce una grande quantità di fiori dal colore rosa, rosso o bianco a forma di trombetta con la gola di colore giallo intenso. Queste piante possono essere coltivate anche in terra in zone dove le temperature invernali sono abbastanza miti.

Il terriccio giusto per la tua pianta

Terreno

Preferisce terreni ben drenati, molto ricchi di materia organica.
Si può preparare una composta ottimale mescolando terriccio universale e sabbia in parti uguali, con una piccola dose di humus.

La luce ottimale per le piante

Esposizione

Gradisce posizioni molto luminose anche alla luce diretta del sole, se posta in un luogo troppo ombreggiato produce pochi fiori ma molte foglie

La temperatura perfetta per la tua pianta

Rusticita’

Teme le basse temperature, quindi con l’arrivo dei primi freddi va messa al riparo; necessita di un periodo di riposo invernale a temperatura fresca e umida, sottovalutare questa esigenza, tenendo la pianta a temperature elevate, espone al rischio di compromettere la successiva fioritura

Irrigare le piante in modo corretto

Annaffiatura

Mantenere umido il terreno durante l’estate riducendo progressivamente rispetto alla temperatura

quando come e quanto concimare

Concimazione

Per una migliore fioritura si consiglia di fornire del concime per piante da fiore ogni 8-10 giorni nel periodo vegetativo, da marzo a ottobre, e almeno una volta al mese in inverno.

come difendere e curare le tue piante

Malattie e Parassiti

Possono essere attaccate da afidi,cocciniglia e da ragnetto rosso, per quest’ultimo si deve intervenire tempestivamente con acaricidi specifici, cercando di mantenere elevata l’umidità ambientale.

Consigli per mantenere in forma la tua pianta

Consigli

Per una buona cura della pianta della Dipladenia è molto importante utilizzare un concime a lenta cessione
Seppur la pianta di per sé non richieda particolari attenzioni , è importante mantenere il terreno sempre umido e procedere ad una frequente potatura

Azalea

 Principali Caratteristiche
Periodicità Perenne
esposizione Pieno sole
Irrigazione Normale
Terreno Per acidofile, ricco e leggero
Fioritura Primavera

Principali caratteristiche della pianta

Azalea

L’Azalea rientra nella specie dei rhododendron. I rhododendron, che a loro volta rientrano nella famiglia delle ericaceae, si dividono in 2 gruppi, i Rododendri e le Azalee.
Quest’ultime sono degli arbusti nani sempreverdi o decidui, raggingono un’altezza tra i 40 e i 90 cm, hanno fusti sottili, la chioma è folta formata da piccole foglie verde scuro, ovali e coriacee.
I fiori sono semplici e riuniti a gruppi, a forma di calice e di colore che varia dal bianco, al rosa, al rosso e al viola. Il fiore lascia il frutto, una capsula marrone che contiene molti piccoli semi.

Il terriccio giusto per la tua pianta

Terreno

l’ Azalea predilige terreni acidi e ricchi di humus, soffici e ben drenati e non devono avere presenza di calcare che danneggia la pianta.

La luce ottimale per le piante

Esposizione

le Azalea prediligono luoghi soleggiati, nelle zone con clima mite, e a mezzo’ombra, nelle zone con estati particolarmente calde, almeno nelle ore centrali della giornata

La temperatura perfetta per la tua pianta

Rusticita’

Non teme particolarmente il freddo ma deve essere riparata dal vento e da forti gelate

Irrigare le piante in modo corretto

Annaffiatura

l’ azalea va bagnata costantemente da marzo ad ottobre senza però eccedere con l’acqua, il terreno va mantenuto tutto l’anno leggermente umido ma mai con acqua stagnate.
Durante i mesi invernali va bagnata solo in caso di prolungata siccità.
L’acqua non deve essere calcarea in quanto l’Azalea è particolarmente sensibile al calcio e al magnesio che fanno ingiallire e poi successivamente cadere le foglie.

quando come e quanto concimare

Concimazione

La pianta necessita di una concimazione costante, con prodotti specifici per piante acidofile.  Se le foglie dovessero ingiallire per la clorosi, aggiungere alla terra prodotti contenenti chelati di ferro.

come difendere e curare le tue piante

Malattie e Parassiti

Può essere colpita da parassiti come afidi, acari e ragnetto rosso.
L’attacco di questi parassiti può essere curato con dei prodotti specifici che potrete trovare nel nostro garden

Consigli per mantenere in forma la tua pianta

Consigli

Se l’azalea perde le foglie o non fiorisce le principali cause possono essere:
Mancanza di nutrimenti nel terreno o terreno non sufficientemente acido ( risolvibile con una concimazione).
Errata esposizione o irrigazione

Acero Palmatum

 Principali Caratteristiche
Periodicità Perenne
esposizione Soleggiata o a mezz’ ombra
Irrigazione Normale
Terreno  Sciolto, umido ma ben drenato
Fioritura Foglia Caduca

Principali caratteristiche della pianta

Acero Palmatum

Arbusti, o alberetti a foglia caduca. La loro bellezza è dovuta alle elegantissime foglie palmate con 5 o più lobi, di colore verde tenero sovente con apici rosa-rossi, ai piccoli fiori primavereili colore rosso porpora e ai frutti alati color rosso vivo, bruni a maturazione. La colorazione autunnale gialla, arancio luminoso o rossa, varia d’intensità a seconda delle temperature. Crescono abbastanza rapidamente da giovani, più lentamente in seguito.

Il terriccio giusto per la tua pianta

Terreno

Questi alberi necessitano di un terreno sciolto, ma sono arbusti forti e si adattano comunque ad ogni tipo di substrato, l’importante è che sia ben drenato.

La luce ottimale per le piante

Esposizione

L’ Acero predilige zone soleggiate o a mezz’ ombra. La posizione ideale sarebbe a est–nordest,con sole al mattino e ombra nelle ore più calde del pomeriggio, per evitare che il sole bruci le foglie.

La temperatura perfetta per la tua pianta

Rusticita’

L’ Acero palamato non teme particolarmente il freddo, quindi si può coltivare in giardino in tutte le stagioni.
Se si ha un Acero con il tronco particolarmente sottile si consiglia di mettere un palo tutore per evitare che si possa danneggiare con la neve o il vento.

Irrigare le piante in modo corretto

Annaffiatura

L’ acero adulto, grazie alle radice piantate in profondità, non necessità di essere bagnato se non dopo periodi di prolungata siccità.
Anche in questo caso l’Acero non va bagnato eccessivamente, tra un’annaffiatura e l’altra si deve lasciare il terreno asciutto per almeno un paio di giorni, poi si può procedere bagnando il substrato in profondita’ (ogni 4/5 settimane) con 1 o 2 secchi di acqua.

quando come e quanto concimare

Concimazione

L’ acero si concima ad inizio autunno o a fine inverno, ogni 2-3 anni o al momento dell’impianto, si interviene mescolando al terreno del concime organico come stallatico o humus apportando così al terreno il giusto nutrimento.

come difendere e curare le tue piante

Malattie e Parassiti

I parassiti più frequenti possono essere gli afidi, il ragnetto rosso e la cocciniglia. Invece le mallattie che alle volte possono colpire gli aceri sono: la necrosi del legno, la famigliola e la tracheoverticillosi.

Consigli per mantenere in forma la tua pianta

Consigli

A fine autunno, è consigliabile prendersi cura dell’acero palmato con una prima potatura. Il taglio servirà a dare la forma desiderata alla pianta. La prima potatura dell’acero sarà quindi un taglio di pulizia e contenimento dei rami entro la forma voluta

La camelia sasanqua è anche detta camelia invernale percheè fiorisce con la stagione fredda

Camelia Sasanqua

 Principali Caratteristiche
Periodicità Perenne
esposizione Pieno sole – mezz’ ombra
Irrigazione Abbondante
Terreno leggero, fresco e ben drenato
Fioritura Ottobre-Febbraio

Principali caratteristiche della pianta

Camelia Sasangua

La Camelia Sasanqua detta anche camelia invernale.
Il soprannome di camelia invernale deriva dal fatto che a differenza della piu’ comune camelia japonica fiorisce da ottobre a febbraio.
E’ una pianta molto rustica e facile da coltivare

Il terriccio giusto per la tua pianta

Terreno

Il terreno non deve essere assolutamente calcareo, per le camelie deve essere acido ma non troppo (pH 5,5-6), fresco, morbido, ricco di sostanza organica e ben drenato

La luce ottimale per le piante

Esposizione

L’esposizione ideale è la mezz’ ombra, sole filtrato dalla chioma di piante ad alto fusto per mezza giornata, preferibilmente dal primo pomeriggio in poi. In zone collinari dove la temperatura estiva non è eccessiva, la camelia può essere posizionata anche in pieno sole

La temperatura perfetta per la tua pianta

Rusticita’

Le camelie sono rustiche e sopportano temperature anche inferiori a 0°C, ma non tollerano le correnti d’aria

Irrigare le piante in modo corretto

Annaffiatura

In estate le innaffiature dovranno essere particolarmente abbondanti.

quando come e quanto concimare

Concimazione

La camelia non necessita di norma di grandi concimazioni. Se non esistono segni evidenti di carenze, concimate in primavera e in autunno con concimi complessi a lenta cessione

come difendere e curare le tue piante

Malattie e Parassiti

La camelia puo’ essere attaccata da Afidi e cocciniglie in questi casi ricorrere a  insetticidi o  anticoccidici

Consigli per mantenere in forma la tua pianta

Consigli

Le camelie possono necessitare di uno sfoltimento dei bottoni fiorali, quando siano in numero eccessivo, allo scopo di migliorare la fioritura di quelli risparmiati e di una eliminazione dei rami secchi e malformati ed eventuale cimatura, per mantenere la forma compatta della pianta, da effettuarsi dopo la fioritura.

Peonia

 Principali Caratteristiche
Periodicità Perenne
esposizione Pieno sole
Irrigazione Normale
Terreno Soffice e fertile
Fioritura Primavera

Principali caratteristiche della pianta

Peonia

Le peonie sono classificate in ArbustiveErbacee. Vivono molto a lungo anche oltre i 100 anni e hanno delle fioriture spettacolari anche se di breve durata

Principali caratteristiche della pianta

Terreno

Le peonie non sono molto esigenti ma preferiscono un terreno leggermente argilloso , ricco e drenato.

La luce ottimale per le piante

Esposizione

La posizione ideale è ben soleggiata, evitiamo di posizionare le piante in luogo eccessivamente buio o ombreggiato, perchè tenderebbero a non portare fiori

La temperatura perfetta per la tua pianta

Rusticita’

Le Peonie non temono il freddo

Irrigare le piante in modo corretto

Annaffiatura

Da aprile fino a settembre annaffiamo regolarmente, le piante possono sopportare periodi di siccità anche lunghi, e preferiscono che le annaffiature vengano fornite quando il terreno è ben asciutto; evitiamo quindi di lasciare a lungo il terreno umido o bagnato, ed annaffiamo saltuariamente, intensificando le forniture di acqua nei periodi privi di precipitazioni.

quando come e quanto concimare

Concimazione

Quando il fogliame tende a svilupparsi, in primavera, spargiamo attorno alla pianta dello stallatico ben maturo, o del concime granulare a lenta cessione, specifico per piante da fiore.

come difendere e curare le tue piante

Malattie e Parassiti

La peonia non richiede troppe cure e’ sempre consigliabile togliere i fiori appassiti e lasciare alcune foglie alla base di ogni fusto se si recidono i fiori.
Le malattie che colpiscono la peonia sono di tipo fungine e parassitarie

Consigli per mantenere in forma la tua pianta

Consigli

Importante posizionare le peonie in un terreno ben drenato dove non si formano ristagni d’ acqua e al riparo dal vento che potrebbe danneggiare la pianta e i fiori

Campanula

 Principali Caratteristiche
Periodicità Perenne – Annuale
esposizione Pieno sole – Mezz Ombra
Irrigazione Normale
Terreno Ricco e ben drenato
Fioritura Primavera

Principali caratteristiche della pianta

Campanula

Il genere Campanula conta circa 300 specie. Quasi tutte le varietà sono di facile coltivazione e possono essere messe a dimora sia in vaso che in piena terra.

Il terriccio giusto per la tua pianta

Terreno

Predilige un terriccio ricco,ben drenato e arieggiato

La luce ottimale per le piante

Esposizione

Gradisce le posizioni soleggiate, anche in pieno sole, ma si adatta anche all’ombra o a mezz’ ombra; se le estati fossero particolarmente calde e asciutte le posizioni semi ombreggiate garantiscono una migliore fioritura.

La temperatura perfetta per la tua pianta

Rusticita’

Le campanule non temono il freddo.

Irrigare le piante in modo corretto

Annaffiatura

Non necessita di particolari attenzioni dal punto di vista delle annaffiature, sempre che le estati non siano troppo calde, si può annaffiare ogni 10-15 giorni, ovviamente tenendo conto delle condizioni atmosferiche. Solitamente preferisce la siccità all’eccesso di acqua.

quando come e quanto concimare

Concimazione

Per avere un’abbondante fioritura è bene fornire del concime per piante da fiore almeno una volta al mese, mescolato all’acqua delle annaffiature.

come difendere e curare le tue piante

Malattie e Parassiti

Puo’ soffrire l’attacco di parassiti e insetti, tra cui gli afidi.

Consigli per mantenere in forma la tua pianta

Consigli

Per  prolungare la fioritura si consiglia di togliere i fiorellini appassiti.