Orchidea

 Principali Caratteristiche
Periodicità Perenne
esposizione Pieno sole
Irrigazione Modereata
Terreno Terriccio specifico per Orchidee
Fioritura almeno una volta all’ anno
   

Principali caratteristiche della pianta

Orchidea

Le orchidee hanno un fascino intramontabile ogni fiore e’ un mix di eleganza e colori e per questo sono particolarmente apprezzate come piante decorative

Il terriccio giusto per la tua pianta

Terreno

La maggior parte delle orchidee, Phalaenopsis incluse, necessitano di un terreno specifico che garantisca un drenaggio rapido dell’acqua e una buona ventilazione.

La luce ottimale per le piante

Esposizione

L’habitat ideale dovrebbe richiamare quello tropicale, dunque luminoso e con un microclima caldo umido: la nostra orchidea quindi si troverà benissimo vicino alle finestre, in cui però l’esposizione alla luce non sarà diretta, e lontano da spifferi e fonti di calore stufe, termosifoni ecc.

La temperatura perfetta per la tua pianta

Rusticita’

La temperatura degli appartamenti (22-23°) è ideale per le esigenze della pianta.

Irrigare le piante in modo corretto

Annaffiatura

Non innaffiate troppo la pianta, bisogna innaffiarle poco e spesso altrimenti le radici potrebbero marcire con facilità.

quando come e quanto concimare

Concimazione

Le orchidee richiedono un buon supporto di concime specifico (ricco di azoto, il fosforo e il potassio) soprattutto nel periodo antecedente alla fioritura o durante il rinvaso.

come difendere e curare le tue piante

Malattie e Parassiti

L’ orchidea potrebbe sembrare una pianta molto delicata invece ha la capacita’ di adattarsi e difendersi soprattutto se si seguono i consigli inerenti l’ esposizione,temperatura e irrigazione

Consigli per mantenere in forma la tua pianta

Consigli

Per coltivare l’orchidea è possibile usare qualsiasi vaso, dalla terracotta ai materiali sintetici… tuttavia, utilizzare un vaso trasparente facilita lo sviluppo dell’apparato radicale.
Un vaso trasparente vi consentirà, inoltre, di osservare l’apparato radicale e notare eventuali radici marce o secche.
Se i fiori appassiscono, non dovete reciderli: i fiori appassiti si lasciano sulla stessa pianta fino a quando cadranno spontaneamente.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *