GARDEN ROAGNA VIVAI

Garden Roagn Vivai

Acero Palmatum -(Acero Palmato)

Generalita':

Acero Palmatum

L' acero giapponese rappresenta una inesauribile fonte di attrazione in qualsiasi giardino.
La primavera,insieme all'autunno, è la stagione migliore per osservarne le fasi più spettacolari.
Le colorazioni primaverili possono variare di molto anche nella stessa varietà in funzione dell'esposizione, delle temperature, dello stato di salute della pianta e delle condizioni colturali.
Generalmente, i colori brillanti si possono protrarre a lungo se le temperature si mantengono al di sotto dei 25 °C. Di contro, in molte varietà le foglie meno esposte al sole o troppo ombreggiate possono facilmente assumere colorazioni sbiadite.

  

Tipo di Pianta:

L’ Acero Palmatum è un albero o arbusto a foglie caduche, ha una crescita molto lenta ma nella sua vita può raggiungere anche i 6 metri d’altezza.
Possiede un tronco snello, e una chioma ampia.
L’ Acero è utilizzato come pianta ornamentale di giardino o sui viali alberati cittadini.

  
Albero o Arbusto

Foglia:

 Le foglie dell' acero verso fine estate ed inizio autunno divengono dapprima gialle e poi di un arancio intenso, prima di cadere

Foglia Caduca

Rusticita:

L’ Acero palamato non teme particolarmente il freddo, quindi si può coltivare in giardino in tutte le stagioni.
Se si ha un Acero con il tronco particolarmente sottile si consiglia di mettere un palo tutore per evitare che si possa danneggiare con la neve o il vento.

Molto Rustico

Esposizione:

L’ Acero predilige zone soleggiate o a mezz’ombra. La posizione ideale sarebbe a est–nordest,con sole al mattino e ombra nelle ore più calde del pomeriggio, per evitare che il sole bruci le foglie.

Posizionare al sole

Annaffiatura:

L’ acero adulto, grazie alle radice piantate in profondità, non necessità di essere bagnato se non dopo periodi di prolungata siccità.
Anche in questo caso l’Acero non va bagnato eccessivamente, tra un’annaffiatura e l’altra si deve lasciare il terreno asciutto per almeno un paio di giorni, poi si può procedere bagnando il substrato in profondita (ogni 4/5 settimane) con 1 o 2 secchi di acqua.

Annaffiare Normalmente

Concimazione:

L’ acero si concima ad inizio autunno o a fine inverno, ogni 2-3 anni o al momento dell’impianto, si interviene mescolando al terreno del concime organico come stallatico o humus apportando così al terreno il giusto nutrimento.


Terreno:

Questi alberi necessitano di un terreno sciolto, ma sono arbusti forti e si adattano comunque ad ogni tipo di substrato, l’importante è che sia ben drenato.


Parassiti e Malattie:

I parassiti più frequenti possono essere gli afidi, il ragnetto rosso e la cocciniglia.
Invece le mallattie che alle volte possono colpire gli aceri sono: la necrosi del legno, la famigliola e la tracheoverticillosi.